Blog
Iscriviti al Sinpref

Coesione sociale, prefetture e crisi d’impresa – Federico Casu

Il presente articolo – a cura del viceprefetto Federico Casu, dal titolo “Coesione sociale, prefetture e crisi d’impresa”- è volto ad evidenziare, in sintesi, la sussistenza di possibili margini di intervento normativo al fine di rendere più efficienti gli strumenti amministrativi di raffreddamento e mediazione, oggi a disposizione dei prefetti, in un processo di più ampia armonizzazione legislativa rispetto all’ordinamento della crisi d’impresa. In particolare, proprio con riferimento al nuovo Codice della crisi e dell’insolvenza, il presente contributo tenta di porre in evidenza le potenzialità insite nella rete delle prefetture quale importante alleata del tessuto produttivo nazionale, in grado di contemperarne le esigenze, specie in periodi di difficoltà, rispetto ai territori dove l’imprenditore si trova ad operare.

Sommario:

1. Le lacune del quadro normativo di riferimento
2. Coesione sociale e ruolo delle prefetture-uffici territoriali del governo
3. Possibili sinergie tra ordinamento prefettizio e ordinamento della crisi d’impresa
4. Conclusioni

1 . Le lacune del quadro normativo di riferimento

Fra la crisi di un’impresa e l’attivazione del variegato sistema degli ammortizzatori sociali[1] intercorre molto spesso l’azione delle prefetture, la cui attività istituzionale usualmente si dispiega per il tramite di tavoli di coordinamento e mediazione, ove, accanto alle istituzioni territoriali, siedono le parti sociali.
Sono luoghi dove il confronto fra livelli di governo, rappresentanze datoriali e sindacati è sostanzialmente finalizzato a stemperare tensioni e ad evitare ricadute sulla tenuta della pace sociale.
Talvolta essi costituiscono anche il presupposto per l’elaborazione di mirate strategie pubbliche di sostegno all’economia locale e di supporto al tessuto
imprenditoriale che, come noto, per la sua multidimensionalità – tradizionale punto di forza ma anche elemento di fragilità strutturale del sistema italiano – tanto caratterizza la nostra realtà produttiva.
Non è, peraltro, infrequente che questi operino in parallelo con i Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica, a dimostrazione di come la coesione sociale e l’ordine pubblico siano lati di una stessa medaglia in costante e dialettica relazione[2] .

Scarica l’articolo “Coesione sociale, prefetture e crisi d’impresa” completo e in formato PDF

[1] Sistema recentemente riordinato ad opera della L. 30 dicembre 2021, n. 234 (legge di bilancio 2022) e in relazione al quale si rinvia a due circolari quadro del Ministero del lavoro e delle politiche sociali (n. 38 del 3 gennaio 2022) e dell’Istituto nazionale della previdenza sociale (n. 18 datata 1 febbraio 2022).

[2] Interessanti riflessioni sul punto in C. Mosca, La sicurezza. Valori, modelli e prassi istituzionali, Editoriale scientifica, Napoli, 2021, pp. 89 ss; C. Mosca, Il Prefetto rappresentante dello Stato al servizio dei cittadini, Rubettino, Soveria Mannelli, 2010

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila il form
per richiedere informazioni

Leggi anche:

ISCRIVITI AL SINPREF

Iscriviti al Sinpref!

Il contributo affronta il delicato tema della revoca della patente di guida per perdita dei requisiti morali, approfondendo la sequenza procedimentale e i criteri per l’esercizio della discrezionalità amministrativa.

LEGGI TUTTO

Compila il form per richiedere informazioni

Torna su