Abstract

La governance istituzionale territoriale: il Prefetto tra enti locali e sistema economico-produttivo

Come gestire le relazioni istituzionali a livello territoriale, specialmente in un momento di crisi? Quali azioni introdurre per mettere a sistema il complesso disegno e rappresentato dalla pluralità di attori politici ed economici? 

L’emergenza Covid-19 pone l’opportunità di una razionalizzazione delle relazioni istituzionali, in particolare a livello territoriale, dove si afferma l’esigenza di individuare nuovamente un punto di riferimento unitario ed efficace tra Istituzioni e tessuto economico e produttivo, che può essere utilmente individuato nel Prefetto.

In un momento in cui lo Stato deve agire per fronteggiare la crisi economica peggiore dal secondo dopoguerra, anche le Prefetture possono essere serventi alla ripresa economica, facendo leva sulla intensa interlocuzione con gli attori del contesto locale che ne costituisce il proprium genetico e storico. L’acquisizione del modello di sovra-ordinazione funzionale, connotato da un potere di direzione del Prefetto nei confronti degli uffici periferici dello Stato, può agevolare tale processo, mediante la semplificazione della complessiva azione amministrativa di livello territoriale, con garanzia di tempi certi dei servizi forniti e riduzione degli oneri amministrativi a carico delle imprese.

Su questi temi si sono confrontati Stefano Bonaccini, Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Michele De Pascale, Presidente UPI, Renato Mason, Segretario CGIA Mestre, il Prof. Bernardo Mattarella, i Prefetti Bruno Frattasi e Marco Valentini.

Compila il form
per richiedere informazioni

Torna su